Passalapenna.it   Condividi su Facebook  Seguici via email  Entra Entra
leggi le citazioni precedenti
Chi brucia i libri, presto o tardi arriverà a bruciare esseri umani. (Heinrich Heine)
leggi le citazioni successive
Home | Le nostre Recensioni | Dettaglio Recensione

Dettaglio recensione

RecensioneScritto da :  Vampire   Voto :  voto in stellevoto in stellevoto in stellevoto in stellevoto in stelle
 Titolo :  La ragazza che giocava con il fuoco
 Autore :  Stieg Larsson
 Scritto il :  11-12-2009

 Il numero delle stelle è tranquillamente intercambiabile con il primo volume, la classifica comunque tra i due capolavori è data giusto dal proprio gusto personale. Questo secondo capitolo, pur mantenendo lo stesso stile snello e al contempo dettagliato, scorre via molto più velocemente anche come trama; se nel primo volume la storia era incentrata sul passato ed aveva una funzione catalizzatrice sui personaggi, questa volta la trama sono i personaggi stessi, le loro vite, in particolare di Mikael Blomqvist e Lisbeth Salander, giorno dopo giorno da quando gli eventi del primo episodio li hanno visti separarsi.
Molta più cura e attenzione è riservata a Lisbeth che risulta essere la vera protagonista e il cuore del libro stesso. Molti dei fatti che accadranno, tra cui un'accusa di duplice omicidio, la porteranno nell'occhio di un ciclone anche mediatico, in cui la sua vita privata verrà sviscerata svelandoci significativi eventi del suo passato da quando era ancora adolescente.
Stavolta sarà Mikael a dover rintracciare Lisbeth prima di altri e aiutarla con le indagini e vale veramente la pena di soffermarsi per fare un elogio a come Larsson riesca a far incrociare "a distanza" le trame scoperte dal detective-reporter con i fili tesi della giovane ribelle, l'inizio di questa sinergia "a distanza" è un mistero che ritroveremo anche nel terzo romanzo che Larsson riesce ad introdurre con sole 4 lettere di un nome che sembrano spuntare "quasi" per caso. Dalla trama si intravede un impatto molto più thrilling e l'autore lascia intendere che molti collegamenti saranno chiariti se non svelati solo nell'ultimo dei libri; questa scelta da la sensazione che la trilogia cominci realmente da questo volume, lasciando al primo il ruolo di episodio "pilota" per quanto viva di vita propria. E' pur vero che di richiami ce ne sono, anche se non molti, ma i primi due volumi stanno tra loro un pò come il giorno sta alla notte, motivo per cui chi ha amato il primo potrebbe non apprezzare totalmente questo secondo e viceversa. Solo i personaggi mantengono il loro carattere immutato e preservano tutti i loro pregi e difetti, motivo per cui dico che sono loro la vera trama. Per cui se come penso è per loro che anche voi avete deciso di intraprendere la lettura di questo romanzo, che stiate ammirando il sole o contemplando la luna non rimarrete certo delusi da quello che quattro o cinque stelle che siano rimane e rimarrà per sempre un bellissimo best seller.
 
 
 
RecensioneAltre recensioni scritte da Vampire
 
RecensioneAltre recensioni di libri scritti da Stieg Larsson
 
RecensioneAltre recensioni di questo libro
 
RecensioneTorna all'elenco delle recensioni





© 2008 Passalapenna! - A cura di Emilio Domenicucci Contatti | Webmaster